Benvenuto visitatore, Accedi | Registrati
Venerdì 26 Maggio 2017
 
S. Pardo
orologio
PROVERBIO DEL GIORNO
quiell che fì e jenr e nput è tutt prdut
Larino

C
Termoli

C
Campobasso

C

Cerca nel sito

Annunci

FantaFrentana, il FantaCalcio di AreaFrentana.com ha inizio! REGISTRATI per partecipare!

Vetrina

Giornali Locali

quotidiano del molise primonumero il ponte molise primo piano molise il tempo molise gazzetta del molise

San Pardo 2012 - La benedizione

Scritto da Admin il 23 maggio 2012 23:46 | Eventi

Il giorno 24 maggio ormai da qualche anno si tiene la benedizione degli animali presso la Fonte di San Pardo

Da ormai qualche anno è stata inserita nel programma della festa di San Pardo la benedizione dei buoi, che si tiene il 24 maggio presso la Fonte di San Pardo, luogo in cui leggenda narra che ci fu un miracolo per intercessione del Santo Patrono.

Dopo le invasioni saracene avvenute verso la metà del IX secolo i cittadini larinesi si accorsero di essere stati derubati dalle reliquie dei Santi Patroni Primiano, Firmiano e Casto. Imputarono la colpa ai lesinesi e presto si armarono e partirono per la città pugliese. Arrivati nei dintorni di Lesina, cercando il punto più favorevole per tentare l'attacco alla città, si imbatterono nel sepolcro di San Pardo. Interpretandolo come un segno divino, addobbarono un carro con dei fiori e riportarono le spoglie del Santo verso Larino, onorandolo come Santo Patrono della città.

Alle porte della città di Larino, quasi giunti a destinazione, buoi ed animali erano sfiniti. La leggenda vuole che il bovaro, pregando San Pardo affinché lo aiutasse nella fine del suo tragitto, fu illuminato di piantare un bastone in terra. Così facendo iniziò a sgorgare acqua che permise ai buoi di abbeverarsi e finire il loro viaggio.

Tuttora in quel luogo sorge la fonte di San Pardo, a ricordo del leggendario evento.

Per l'occasione l'Amministrazione Comunale ha anche disposto l'abbattimento di un rudere che sorgeva nella zona, un'edificio abbandonato in fase di costruzione negli anni 70 circa, ridando ordine e pulizia al luogo, creando anche un piazzale molto più ampio che permette alle coppie di buoi di sostare tranquillamente rispettando anche maggiori misure di sicurezza.