Benvenuto visitatore, Accedi | Registrati
Lunedì 24 Aprile 2017
 
S. Fedele Martire
orologio
PROVERBIO DEL GIORNO
Z'è cagnat a sctagion: a pecur va n'cul e u m’ ndon
Larino

C
Termoli

C
Campobasso

C

Cerca nel sito

Annunci

FantaFrentana, il FantaCalcio di AreaFrentana.com ha inizio! REGISTRATI per partecipare!

Vetrina

Giornali Locali

quotidiano del molise primonumero il ponte molise primo piano molise il tempo molise gazzetta del molise

Le convinzioni che cambiano

Scritto da Lavoratore stressato il 07 novembre 2011 22:07 | Arte e Cultura

Giovani senza tempo, figli dell'incertezza

La memoria non è quello che ricordi della storia passata ma è qualche cosa di più profondo che ha a che fare con la storia del mondo.

Mi hanno sempre raccontato che di amore non si muore anche se assomiglia tanto alla fame, mi hanno sempre insegnato però che l'uomo innamorato è più nobile e più forte e che affronta sicuro anche la morte...

Le convinzioni che cambiano.

Una volta bastava quello, bastava saper amare e il tempo aveva già da sè un proprio significato, esprimeva e determinava il nostro essere, ci pemetteva di leggere ed interpretare il nostro tempo. 

L'Amore, che non ho la presunzione di descrivere in queste brevi righe, caratterizzzava dunque un profondo processo di cambiamento e di socializzazione, una sorta di veicolo che permetteva ai giovani una crescita non solo interiore ma soprattutto culturale.

Quando parlo di giovani mi riferisco, naturalmente, ad una condizione transitoria che segna progressivamente l'abbandono dell'adolescenza e la contemporanea assunzione delle funzioni e delle competenze dell'età adulta.

Quando parlo di cultura mi riferisco invece a individui membri di una società storicamente costituita, partecipi di un patrimonio sociale di credenze, conoscenze, ideologie, simboli e valori che si concretizzano in modelli di comportamento che, pur con le debite diversità, appartengono ai gruppi umani di ogni società.

Ecco..adesso riflettete un secondo...giovani senza tempo, figli dell'incertezza..Sapreste dare un significato a ciò che potrebbe determinare la vostra vera identità, mettendo da parte solo per un attimo la "realtà virtuale " di facebook o cazzate simili?

Beh, avete mai sentito parlare di uno zombie che cammina?