Benvenuto visitatore, Accedi | Registrati
Venerdì 26 Maggio 2017
 
S. Pardo
orologio
PROVERBIO DEL GIORNO
quiell che fì e jenr e nput è tutt prdut
Larino

C
Termoli

C
Campobasso

C

Cerca nel sito

Annunci

FantaFrentana, il FantaCalcio di AreaFrentana.com ha inizio! REGISTRATI per partecipare!

Vetrina

Giornali Locali

quotidiano del molise primonumero il ponte molise primo piano molise il tempo molise gazzetta del molise

Larino nella Tradizione

Scritto da Admin il 30 dicembre 2008 13:05 | Arte e Cultura

Feste popolari e tradizioni della capitale frentana

"Le voci alziam di Giubilo,
Al Dio che Pardo elesse
 Larino per proteggere
E con le voci stesse
Lodiam l'alto Signore?"
Cos? comincia il canto dedicato a S. Pardo, vescovo del Peloponneso, patrono della citt? di Larino, festeggiato nei giorni 25-26-27 Maggio con grande impegno, sforzo e devozione. La citt? si ferma.. Torna chi, per motivi di lavoro e di sopravvivenza,? andato via . Tornano tanti turisti e curiosi e per tre giorni si seguono i carri (130 nell'ultima edizione), addobbati a festa e trainati da coppie di mucche, buoi, pecore e ?bambini sfilano per le vie del paese vecchio e del paese nuovo seguendo scrupolosamente tutti i riti collegati alla tradizione che si tramandano da padre in figlio. Lungo, costante, ed impegnativo ? il lavoro di preparazione che comincia molti mesi prima. Gli uomini "domano" gli animali e le donne preparano i fiori multicolori realizzati con carta crespa ( circa 1000 per ogni carro), e cucinano i pranzi della tradizione. La sera del 25 una suggestiva fiaccolata accompagna i carri ed il Santo dal cimitero alla Cattedrale. La mattina del 26, in piazza Duomo, il Vescovo impartisce la Santa Benedizione ai carrieri, alle loro famiglie, agli animali e ai tanti presenti. Infine, nell'ultimo giorno, i carri vanno al cimitero nei cui pressi si consuma una grande scampagnata collettiva, per poi tornare, nel pomeriggio, tutti un po' eccitati, cantando in  coro le lodi a S Pardo, nel paese vecchio dove la festa termina. Un altro momento importante della tradizione folklorica larinese si ha durante l'ultimo sabato e domenica di Aprile quando fuochi enormi vengono accesi per le vie del paese. Sono fuochi dedicati alla Madonna con chiaro intento propiziatorio nei riguardi della prossima stagione della trebbiatura. Da qualche anno inoltre, anche una festa profana, il carnevale, coinvolge tutta la comunit?, soprattutto i pi? giovani, con la realizzazione di grandiosi, enormi e accurati carri allegorici che, accompagnati da balli e musica, sfilano per le vie del centro frenano.

Per gentile concessione dell'Istituto Tecnico Agrario e per Geometri "Leonardo Da Vinci", Larino